Sanità, l’Italia in lista aspetta mesi. Da Genova a Palermo ecco i tempi per un esame

Pubblicato il 9 Marzo 2010 16:02 | Ultimo aggiornamento: 9 Marzo 2010 16:02

Visita ortopedica

A Genova per una mammografia bisogna aspettare 459 giorni, per una densitometria ossea (Moc) 522. A Roma per una visita specialistica si può attendere anche fino ad un anno in alcune strutture. E’ la fotografia shock di Repubblica sulle liste d’attesa per gli esami e le visite specialistiche in 12 città italiane. L’inchiesta dimostra tutte le difficoltà e le contraddizioni legate alla soluzione di uno dei più sentiti problemi della sanità italiana.

Torino. Nel capoluogo piemontese, per eseguire una visita specialistica dall’urologo, bisogna aspettare 57 giorni; 48 per andare dal neurologo, ben 168 per una visita nel reparto di gastroenterologia e 100 giorni per farsi visitare dall’ortopedico. Per gli esami, invece, si va dai 90 giorni per una mammografia, ai 240 per una densitometria ossea (Moc), ai 153 per una banale ecografia. Dall’ottobre 2009 a Torino sono stati ampliati gli orari degli ambulatori ed è aumentato il personale per dieci specialità (esclusa la reumatologia) e otto servizi di diagnostica (ecografia e Ecg da sforzo compresi).

Genova. Qui il tempo di attesa aumenta rispetto al Piemonte: 106 giorni per  l’urologo, addirittura 225 per una visita neurologica e 210 per una visita reumatologica. Per ottenere una densitometria ossea si aspetta 2 giorni nella Asl e 522 all’ospedale Galliera. Per una mammografia 2 giorni nella Asl, 459 all’ospedale Villa Scassi. Come mai queste grandi differenze?«Per il richiamo esercitato sugli utenti dallo specialista più qualificato», sostiene Franco Bonanni, direttore dell’Agenzia sanitaria.

Milano. Nel capoluogo lombardo si aspettano 40 giorni per una visita urologica, 90 per una neurologica e gastroenterologica e 40 per visitare il reparto di reumatologia e ortopedia. Il tempo di attesa per una mammografia è di 240 giorni, 120 giorni per una mammografia. Secondo uno studio del Censis e del Forum per la ricerca biomedica, l’aumento delle attese sarebbe legato alla crisi economica: nell’ultimo anno il 35% degli italiani ha accettato liste di attesa più lunghe pur di risparmiare, mentre il 18% ha rinviato visite specialistiche private e cure odontoiatriche.

Padova. Qui si attendono 43 giorni per andare dall’urologo, 123 per il neurologo, uno soltanto per una visita dal chirurgo e ben 90 giorni per visitare il reparti di reumatologia. Per quanto riguarda gli esami, per un elettrocardiogramma si aspettano 184 giorni, 25 per una Moc e 184 per un’ecografia.

Bologna. Si aspettano 7 giorni per una visita urologica, 12 per una neurologica, 32 per andare nel reparto di gastroenterologia, 48 per quello di ortopedia. Uno degli esami per cui bisogna aspettare di più è la Moc: servono 545 giorni, cioè più di una anno e mezzo, per poterla eseguire. tempi lunghi anche per la mammografia: servono 88 giorni.

Firenze. Nel capoluogo toscano si devono aspettare 5 giorni per una visita urologica, 13 per una neurologica e ben 227 per una gastroenterologica. Per una densitometria ossea (Moc) si aspetta fino a 240 giorni.

Sassari. Si contano 37 giorni di attesa per una visita nel reparto di urologia, 81 nel reparto di neurologia, 106 per la chirurgia, 194 per la reumatologia. Le attese sono lunghe: per un’ecografia al Civile occorrono sette mesi, trecento giorni nelle cliniche universitarie. Tempi lunghi anche per le visite dal reumatologo, dal gastroenterologo, dal chirurgo e per la Moc.

Roma. Nella capitale si aspettano 240 giorni per una visita urologica, 110 per una neurologica, un anno intero per andare dal reumatologo e 240 giorni per andare dall’ortopedico. Per quanto riguarda gli esami: 270 giorni per una mammografia e per un elettrocardiogramma, 150 per una Moc e ben 260 per un’ecografia.

Napoli. I tempi di attesa sembrano più contenuti nel capoluogo campano rispetto a Roma: 8 giorni per vedere l’urologo, 28 per il neurologo, 90 per il reumatologo, 30 per l’ortopedico. Le visite: 240 giorni per una mammografia, un mese per l’elettrocardiogramma, 70 giorni per la Moc.

Bari. Qui si aspettano 60 giorni per una visita nel reparto di urologia, 90 in neurologia, ben 240 in reumatologia e 90 in ortopedia. Lunghe attese per le visite: dieci mesi per elettrocardiogramma, Moc ed ecografia.

Reggio Calabria. I tempi di attesa sono di 10 giorni per le visite chirurgiche, 52 per quelle in gastroenterologia, 143 giorni per la reumatologia. Gli esami: 156 giorni per la mammografia, 46 per l’elettrocardiogramma, 35 per l’ecografia. Alla base delle difficoltà, dice il direttore dell’azienda ospedaliera Domenico Mannino, «c’è il blocco delle assunzioni e il ridimensionamento di alcuni settori».

Palermo. Sette giorni per i reparti di neurologia e urologia, appena due giorni per la chirurgia e 30 giorni per l’ortopedia. Per una densitometria ossea (Moc) si aspettano 20 giorni, l’elettrocardiogramma è invece fatto solo se ci sono delle urgenze.