Sanremo, ucciso il ventunenne Giovanni Isolani: è originario di Sapri

Pubblicato il 16 Dicembre 2010 20:54 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2010 20:54

Era originario di Sapri (Salerno) ma risulta residente nella vicina Praia a Mare (Cosenza) Giovanni Isolani, il ventunenne ucciso con un colpo a bruciapelo al petto in un negozio di frutta e verdura di Sanremo nel quale si era rifugiato per sfuggire al suo assassino. Questi è fuggito a piedi e viene ricercato da Polizia e Carabinieri che hanno setacciato le strade intorno al luogo del delitto.

La dinamica dell’omicidio, una vera e propria esecuzione, fa pensare ad un regolamento di conti ma al momento non risulta che Isolani avesse precedenti penali.

«E un fatto preoccupante, segno, ancora una volta, che ci sono parecchie armi sul territorio, senza alcun controllo. Sul movente stiamo ancora lavorando». Sono le poche parole con cui il Procuratore della Repubblica di Sanremo, Roberto Cavallone, che al momento dei fatti era fuori Sanremo, ha commentato il delitto avvenuto all’interno dell’ortofrutta di San Martino.

Poche settimane fa, a Bordighera, distante neppure dieci chilometri da Sanremo, i Carabinieri hanno arrestato quattro giovani trovati in possesso di una pistola calibro 6,35. Tre di loro erano saliti dalla Calabria.

Da quanto tempo, invece, la vittima si trovasse a Sanremo, questo non si sa ancora. «Mentre su Bordighera avevamo dei segnali – prosegue il procuratore – in questo caso, bisogna chiarire il contesto, prima di parlare di criminalità, regolamento di conti o vendetta».