Sanremo: Twitter bollente, Celentano nel mirino

Pubblicato il 15 Febbraio 2012 17:27 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2012 17:32

ROMA, 15 FEB – In un festival di Sanremo che si apre con il blitz della Finanza e si chiude con il caos del televoto a farla da padrone sembrano i 140 liberatori caratteri dei cinguettii di Twitter. Insomma per dirla con le parole di 'Insopportabile', uno degli utenti piu' noti del social network: 'Ovviamente faremo gli snob che non guardano Sanremo perche' inguardabile, ma lo commentano su Twitter perche' e' cool'. E' talmente cool che la Rete e' bollente: c'e' chi non vuol piu' pagare il canone e chi ammette di essersi divertito non tanto a guardare, quanto a poter commentare in presa diretta, come in un enorme salotto di casa. E la cosa che impressiona di piu' e' che nessuno parla di musica, ma su tutto il resto tutti – vip e meno vip – dicono la loro.

Si parte da chi ieri era il protagonista all'Ariston. Luca Bizzarri scrive: '20 min dalla Bignardi (3%) piu' di 200 richieste di amicizia su Facebook. 20 min a Sanremo (50%) 25 richieste. Interessante, no?'. Eli Canalis invece ringrazia i fan e pubblica una sua foto nel 'sole di primavera' di Sanremo. Molto apprezzato e commentato l'intervento di Luca Sofri: 'Non guardiamo la tv praticamente mai, l'abbiamo abbandonata con soddisfazione a un pubblico poco esigente o senza possibilita' di scelta, o disabituato a qualunque qualita', e poi quando la accendiamo ci meravigliamo che quel che troviamo sia di totale mediocrita'? Che vi aspettavate, Sorkin? Nanni Moretti?'. 'Se fossi Rocky direi 'Adrianooooooooo'!!! Yeah old boy!!!', scrive Lorenzo Jovanotti su Twitter. E poi annuncia che vedra' il festival su Youtube: ''quest'anno mi vedo il festival di santubo (nel senso che leggo i vostri post e mi lascio consigliare su cosa guardare the day after)''. In una breve e per forza di cosa parziale carrellata di commenti (dato che la rete continua a ribollire) non si puo' non citare Stefano Bartezzaghi che cinguetta l'anagramma di 'Ivana Mrazova = manza, or va via'. Il festival fa un po' impressione a David Sassoli che twitta: 'A guardarlo dall'estero, poco poco, sembra piu' il festival dello sproloquio italiano'. Scatenato Antonello Piroso: 'E' meraviglioso. Sembra il bar di Guerre stellari'. Tra le critiche feroci si distinguono, tra i tanti, Zebbolo ('Se la Canalis rappresenta l'Italia, io chiedo asilo politico al Nepal'), Tommaso ('Questa roba che sta andando in onda presuppone l'arrivo sul palco di Bruce Willis. O quantomeno di Schettino'), PerryBoone ('Domani sera ospite internazionale Michele Misseri. Canta: 'Ho stato io'') e Simone ('Se i Navy Seals esistono, questo e' il momento'). Tanta la stima per Papaleo: 'Mio fratello Rocco salvera' Sanremo. Orgoglio terrone', dice Roy Paci. Claudio Cecchetto dice: 'Io so gia' chi sara' quest'anno il Vincitore del Festival …Rock Papaleo'. Alessandro Cattelan non ha dubbi: 'Gesu' ce l'ho gia' tatuato sul braccio destro. Mo mi tocca farmi Aldo Grasso dall'altra parte'. Molti gli accostamenti Sanremo-economia. 'La Rai coglie la palla al balzo e commissaria Sanremo. Le analogie fra il festival e l'eurozona sono sempre di piu'…' dice Fabrizio mentre Valentina e' sconsolata: 'L'Italia e' ufficialmente in recessione, ma al momento ai quotidiani on line (Sole24h a parte) interessa di piu' la fuffa di Sanremo'; chiude il Popolo Viola: 'Speriamo che quelli di Standard e Poor's non stiano guardando Sanremo'.