“Santa Maria di Betlemme”: smantellato a Treviso un ordine cavalleresco

Pubblicato il 11 giugno 2012 16:10 | Ultimo aggiornamento: 11 giugno 2012 17:00

TREVISO – La Guardia di Finanza di Treviso avrebbe scoperto un ordine cavalleresco mai riconosciuto, chiamato ‘Santa Maria di Betlemme’.

I due promotori dell’iniziativa, secondo quanto scrive l’agenzia Ansa, sono stati denunciati per aver conferito, previo pagamento di qualche centinaia di euro, illecite onorificenze e decorazioni cavalleresche.

I due si erano rispettivamente autodefiniti Principe Gran Maestro dell’Ordine, residente in Puglia, e Marchese Gran Cancelliere con Collare, residente nel trevigiano. Le Fiamme Gialle avevano avviato l’indagine dopo che alcune segnalazioni indicavano l’organizzazione di cerimonie di investitura presso diverse chiese venete tra cui una nella Marca trevigiana.

Secondo quanto ricostruito dalla Guardia di Finanza trevigiana, le cerimonie avvenivano in latino: i neo-cavalieri uscivano di chiesa addobbati delle nuove insegne e passeggiavano per farsi ammirare. Qualcuno lo ha anche fatto davanti alle telecamere di personale delle fiamme gialle in borghese rimanendo pero’ di stucco quando e’ stato informato della truffa.

In Italia è una legge del 1951 ancora in vigore che vieta la distribuzione di onorificenze inutili e fasulle. La normativa prevede pene, per i responsabili di simili organizzazioni, che vanno dai sei mesi ai due anni di reclusione.