Al Sant’Orsola di Bologna 7 trapianti in 24 ore, tra i pazienti un ragazzo di 16 anni

Pubblicato il 3 Ottobre 2010 16:23 | Ultimo aggiornamento: 3 Ottobre 2010 16:32

In ventiquattro, dalle tre del mattino di ieri alla stessa ora di oggi, 3 ottobre, al Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna sono stati eseguiti sette trapianti in contemporanea. Dei sette pazienti, uno è un 16enne di Ancona, arrivato a Bologna in condizioni gravissime e a cui sono stati trapiantati sei organi.  Il ragazzo è in buone condizioni.

Questi i trapianti: uno di fegato e uno multiviscerale (sono stati trapiantati sei organi); due di cuore e tre di rene.  ”I sette pazienti sono attualmente ricoverati in terapia intensiva e il decorso post-operatorio è regolare – ha spiegato Pinna – In particolare, il ragazzo di sedici anni a cui sono stati trapiantati sei organi, attualmente è in buone condizioni”.

Hanno contribuito a questo risultato cinque equipe chirurgiche formate da venti infermieri di Sala Operatoria e venti chirurghi, oltre agli operatori di tutti i servizi coinvolti nella complessa procedura prevista per l’espianto e l’ esecuzione dei trapianti. Una macchina organizzativa che ancora una volta ha dimostrato il suo sincronismo.