Santuario di Caravaggio, la messa “ad personam” si paga col bancomat

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Febbraio 2015 13:30 | Ultimo aggiornamento: 9 Febbraio 2015 13:30
Santuario di Caravaggio, la messa "ad personam" si paga col bancomat

Santuario di Caravaggio, la messa “ad personam” si paga col bancomat

BERGAMO – Se volete una messa “ad personam” nel santuario di Caravaggio, a Bergamo, ora si può pagare col bancomat.

I fedeli che vogliono accendere candele e prenotare messe potranno pagare elettronicamente con quello che Libero quotidiano definisce il “bancomat della fede”:

“L’iniziativa è stata realizzata dal rettore del santuario, Don Gino Assensi, che aveva già tentato di introdurre questa innovativa singolarità lo scorso novembre. Tutto ciò ha subito sollevato l’interesse dei media e lo scalpore dei fedeli. Per utilizzare i macchinari bisognava essere dotati di carta di credito e ciò metteva in difficoltà i numerosi anziani che frequentano il luogo di culto”.

I bancomat erano stati rimossi, ma poi Don Gino ha deciso di ripristinarli e lo ha anche annunciato nella newsletter del sito ufficiale del Santuario:

“Ambedue le macchine consentono di prenotare messe (senza data 11 euro; con data 16 euro) e devolvere offerte al Santuario per le sue strutture o per opere di carità, pagando con bancomat, postepay e carte di credito. “La macchina collocata in basilica – prosegue la newsletter – funge anche da “candeliere elettronico“ destinato a chi intende accendere candele sul luogo, oppure collegandosi al sito del Santuario da qualsiasi computer, smartphone e tablet. Ovviamente tutto ciò nulla toglie a chi preferisce gestire il proprio rapporto con il Santuario nelle modalità consuete”.