“Sapone in bocca per lavare le bestemmie”: maestra di Ravenna verso processo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 settembre 2014 18:04 | Ultimo aggiornamento: 24 settembre 2014 18:04
"Sapone in bocca per lavare le bestemmie": maestra di Ravenna verso processo

“Sapone in bocca per lavare le bestemmie”: maestra di Ravenna verso processo

RAVENNA – Sapone in bocca “per lavare le bestemmie”, strattoni e scappellotti: queste la punizioni esemplari che, secondo le accuse, una maestra di una scuola cattolica avrebbe inflitto ad alcuni bambini di una scuola materna di Ravenna.

Secondo quanto riportato da Repubblica, la donna deve rispondere di maltrattamenti aggravati e sequestro di persona nei confronti di un bambino. Nel rito abbreviato condizionato davanti al Gup Rosella Materia, l’indagata ha ribadito di essere estranea a tutte le accuse mosse. La scuola ha sempre difeso il suo operato.

A far scaturire le indagini i racconti di un bimbo, afflitto da un evidente problema comportamentale, che passando dalla materna alle elementari, aveva chiesto alle nuove maestre se l’avrebbero picchiato nel caso avesse disubbidito. Poco dopo il piccolo era stato sentito sia in Questura alla presenza di psichiatri sia in incidente probatorio in un contesto protetto.

L’udienza è comunque aggiornata a metà dicembre