Sapri, Antonietta Ciancio trovata morta: fermato il marito

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 maggio 2018 22:09 | Ultimo aggiornamento: 3 maggio 2018 2:25
Antonietta Ciancio trovata morta in casa a Sapri: fermato il marito

Sapri, Antonietta Ciancio trovata morta: fermato il marito

SALERNO – Una donna è stata trovata morta con un colpo di pistola alla testa nella sua casa di Sapri, in provincia di Salerno. Antonietta Ciancio, 73 anni, era una insegnante in pensione e il suo corpo sarebbe rimasto per alcuni giorni nell’appartamento del centro della città. I carabinieri hanno rintracciato e fermato il marito della donna,Gabriele Milito,  a Lagonegro, in provincia di Potenza.

Il cadavere di Antonietta è stato trovato la mattina del 2 maggio nell’abitazione situata al centro di Sapri, dopo che i familiari avevano dato l’allarme non sentendola da giorni.I vicini della coppia avevano anche notato un cattivo odore provenire dall’appartamento e nel pomeriggio i mercoledì i carabinieri e vigili del fuoco sono entrati nella casa, nel centro di Sapri, attraverso un balcone, scoprendo il cadavere.
App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui

Ladyblitz – Apps on Google Play

Sono subito scattate le ricerche del marito, rintracciato e fermato a Lagonegro dove la coppia si recava spesso in vacanza. Milito, ragioniere in pensione, sarebbe apparso in stato di shock, fornendo spiegazioni confuse sull’accaduto e sui motivi della sua fuga. La coppia, che ha due figli, era molto nota e stimata a Sapri: i due anziani coniugi venivano visti spesso passeggiare insieme sul lungomare, e i conoscenti li descrivono come persone legate e tranquille.

Il piccolo centro costiero ai confini tra Campania e Basilicata reagisce con incredulità e dolore alla notizia. Nelle menti di tutti torna il dolore per un’altra morte di una donna avvenuta alcuni anni fa nella vicina Vibonati: il 30 novembre 2014 Pierangela Gareffa fu uccisa dal marito con una coltellata. Nel luglio scorso è stata inaugurata una panchina rossa in sua memoria.