Saran Bracci, morta dopo 30 mesi di coma la sommelier di Fano

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 giugno 2018 10:56 | Ultimo aggiornamento: 1 giugno 2018 10:56
Sara Bracci, morta a Fano la sommelier dopo 30 mesi di coma

Saran Bracci, morta dopo 30 mesi di coma la sommelier di Fano

ANCONA – La sommelier Sara Bracci era in coma da 30 mesi dopo un grave incidente e nel pomeriggio del 31 maggio è morta nell’ospedale di Fano, [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] dove era ricoverata ormai da tempo.

Sara, ambasciatrice territoriale di enogastronomia e compagna del presidente della delegazione Raffaele Papi, era in coma dal 9 dicembre 2015 dopo un incidente stradale. Inutile anche il tentativo di ricovero in un centro specializzato a Innsbruck, in Austria, considerato all’avanguardia nella riabilitazione neuro-motoria, per cercare di capire se sarebbe stato possibile che riprendesse a comunicare.

Da pochi giorni la giovane era tornata da Fano e ricoverata all’ospedale, dopo che nella clinica austriaca non c’erano stati segni di miglioramento e giovedì è morta.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other