Sarah Scazzi, per tre mesi sarà controllata la posta di Michele e Sabrina Misseri

Pubblicato il 18 Febbraio 2011 17:40 | Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio 2011 17:47

Sarah Scazzi

TARANTO – Il gip del Tribunale di Taranto Martino Rosati ha disposto con decreto il visto di controllo per tre mesi della corrispondenza in entrata e in uscita di Michele Misseri e di sua figlia Sabrina, entrambi detenuti nel carcere di Taranto per l’uccisione della quindicenne Sarah Scazzi.

Il decreto, emesso su richiesta della procura della Repubblica di Taranto, consente di guardare la corrispondenza ed eventualmente farne copia. Il compito è delegato alla polizia penitenziaria.

Il 9 febbraio scorso lo stesso gip aveva emesso un decreto di limitazione della corrispondenza, inviata o spedita, dei due indagati. Il nuovo provvedimento consente di guardarne il contenuto.

I difensori di Sabrina Misseri hanno intanto depositato a Taranto il ricorso per Cassazione contro l’ordinanza con la quale il Tribunale di Taranto ha respinto, il 31 gennaio scorso, la richiesta di annullare l’ordinanza con la quale il 22 dicembre 2010 il gip Rosati aveva respinto l’istanza di scarcerazione presentata in favore della giovane di Avetrana (Taranto).

[gmap]