Sarah Scazzi, al processo le foto inedite Sabrina e Ivano a torso nudo

Pubblicato il 3 Febbraio 2012 20:25 | Ultimo aggiornamento: 3 Febbraio 2012 20:25

TARANTO – Due fotografie fino a ieri inedite. Due fotografie che potrebbero gettare una luce parzialmente nuova sul processo per l’omicidio di Sarah Scazzi, la giovane di 15 anni uccisa ad Avetrana.

Gli scatti sono stati mostrati durante il processo in corso a Taranto e sono state recuperate dalla memoria del telefonino di Sabrina Misseri, cugina di Sarah, imputata insieme alla madre per l’omicidio della giovane. Le due foto in questione ritraggono Ivano Russo (amico intimo delle due, secondo l’accusa oggetto della gelosia di Sabrina) a torso nudo e sarebbero state scattate proprio da Sarah.

Lo stesso Russo, in aula, non ha negato che a scattare le foto sia stata proprio la quindicenne. Per lui, però, le foto sarebbero innocenti visto che sono state scattate, a suo dire, nello studio di estetista di Sabrina dove era andato per curarsi la cervicale.

Diversa, invece, è l’opinione dell’accusa. Per i pm, infatti, gli scatti mostrano che Russo sarebbe stato in confidenza anche con Sarah, al punto da non aver problemi a mostrarsi a petto nudo davanti a lei. Scrive sul Corriere della Sera Alfio Sciacca che, secondo i pm, le foto mostrerebbero “l’intimità avvelenata” che si era creata tra il giovane e le due cugine. Intimità che avrebbe scatenato la gelosia, quello che secondo l’accusa è il movente dell’omicidio.