Sarah Scazzi, procura e difesa di Sabrina depositano memorie aggiuntive

Pubblicato il 11 Novembre 2011 14:50 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2011 15:05

TARANTO, 11 NOV – La procura della Repubblica di Taranto e la difesa di Sabrina Misseri hanno depositato memorie aggiuntive nell'udienza preliminare per l'omicidio di Sarah Scazzi in corso a Taranto. Nella memoria dei pm sono contenute le deposizioni, gia' agli atti, di quattro operatori del carcere di Taranto, tra i quali due infermieri, che smentiscono la circostanza riferita da Michele Misseri secondo cui gli sarebbe stato somministrato un farmaco che gli avrebbe fatto perdere lucidita' poche ore prima che accusasse del delitto la figlia Sabrina, il 15 ottobre 2010. Dagli atti risulterebbe inoltre che lo stesso Misseri firmo' la rinuncia ad assumere farmaci. Nella stessa memoria e' contenuta anche una intercettazione di un colloquio tra Michele Misseri e una nipote. Nell'udienza odierna l'avvocato Raffaele Missere, difensore di Cosimo Cosma, nipote di Michele Misseri accusato con lui di soppressione di cadavere, ha depositato alcune osservazioni tecniche di una biologa ribadendo la convinzione che vada posticipato l'orario della morte di Sarah, ufficialmente avvenuta tra le 14 e le 14:42 del 26 agosto 2010. In una precedente udienza, per questo motivo, l'avvocato Missere aveva chiesto la riesumazione del cadavere e un nuovo esame autoptico, richiesta pero' rigettata dal gup Pompeo Carriere.