Sarah Scazzi, Zio Michele: Mia nipote andava nel garage per i gattini”

Pubblicato il 27 novembre 2010 17:07 | Ultimo aggiornamento: 27 novembre 2010 17:14

”Le risulta se Sarah si sia mai recata all’interno di quel garage prima che lei la trovasse?” chiede il procuratore aggiunto Pietro Argentino nel corso dell’incidente probatorio. ”Scendevano Sabrina e Sarah perche’ la’ avevamo pure il mangiare dei gatti”, risponde Michele Misseri.

”Cioe’ avevamo i gatti e scendevano. Delle volte andavano sopra per spandere la biancheria”. Il magistrato, parlando del garage in cui sarebbe stata uccisa Sarah Scazzi, incalza: ”Ma lei l’ha mai vista da sola Sarah in quel garage?”. ”Si, qualche volta ci andava da sola”. ”E che andava a fare?”. ”Portava il mangiare ai gattini; la mandava Sabrina e andava” ribatte zio Michele.

L’agricoltore ha detto che stava dormendo quando sua figlia Sabrina lo chiamo’ il 26 agosto scorso chiedendogli di scendere nel garage perche’ aveva combinato un guaio. Misseri ha aggiunto di aver trovato Sarah per terra con una cintura stretta intorno al collo.