Sarah Scazzi, la difesa di Sabrina: se Sarah è stata uccisa più tardi la confessione di Michele è falsa

Pubblicato il 26 Novembre 2010 13:09 | Ultimo aggiornamento: 26 Novembre 2010 13:48

”Se le indiscrezioni sulle analisi dei Ris fossero confermate cambierebbe tutto, a cominciare dall’orario in cui è stata uccisa Sarah e le parole di Michele Misseri sarebbero ancora una volta smentite”. Lo sottolinea l’avvocato Vito Russo, uno dei difensori di Sabrina Misseri, la ventiduenne accusata con il padre Michele dell’omicidio di Sarah Scazzi.

”I dubbi in questa vicenda si moltiplicano – prosegue Russo – e anche le certezze degli inquirenti cominciano a vacillare”. Gli avvocati Vito Russo ed Emilia Velletri stanno ancora studiando gli atti e verificando i riscontri tecnici. ”Dobbiamo ancora esaminare bene le carte prima di presentare un eventuale ricorso in Cassazione” osserva ancora Russo, che questa mattina ha incontrato nuovamente in carcere Sabrina. ”Le ho portato conforto – conclude il legale – e ribadito che faremo di tutto per dimostrare la sua innocenza”.

[gmap]