Sarah Scazzi: tre testimoni ascoltati in caserma a Taranto

Pubblicato il 6 Dicembre 2010 12:32 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2010 13:42

Sarah Scazzi

Negli uffici del comando provinciale dei carabinieri di Taranto gli inquirenti che indagano sull’omicidio di Sarah Scazzi stanno ascoltando tre persone, in quanto ‘informate sui fatti’, in relazione all’arco di tempo nel quale la ragazzina di Avetrana sarebbe stata uccisa. Le audizioni vengono condotte dal pm Mariano Buccoliero, uno dei due magistrati – l’altro è il procuratore aggiunto, Pietro Argentino – titolari dell’inchiesta.

Le persone ascoltate sono due donne e un uomo, pare vicini di casa dei Misseri, che nel primo pomeriggio del 26 agosto, giorno dell’uccisione di Sarah, avrebbero notato nelle vicinanze di quell’abitazione un’auto rossa simile ad una Panda il cui conducente stava compiendo strane manovre. Le audizioni sarebbero legate all’eventualità di anticipare il momento in cui Sarah venne uccisa a poco dopo le 14, e non tra le 14.25 e le 14.40 circa, come sino ad oggi risulta dagli atti dell’inchiesta.