Sarah Scazzi, Michele Misseri torna a casa: sopralluogo con avvocato e investigatori

Pubblicato il 15 Ottobre 2010 8:04 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2010 10:51

Michele Misseri è andato a casa: l’uomo, che ha confessato di aver ucciso la nipotina Sarah Scazzi, si trova assieme al suo avvocato d’ufficio Daniele Galoppa nella abitazione di via Deledda ad Avetrana (Taranto). L’uomo è stato prelevato dalla sua cella nel carcere di Taranto.

Misseri è accompagnato dal legale e dagli agenti della polizia penitenziaria, e sul luogo è presente anche il sostituto procuratore Mariano Buccoliero, che coordina le indagini su questa triste vicenda. Non è escluso che una volta terminati i sopralluoghi, gli inquirenti decidano di sentire Sabrina, la figlia dell’uomo, e l’amica Mariangela Spagnoletti, l’amica che con la stessa Sabrina e con Sarah quel pomeriggio di agosto avrebbe dovuto andare al mare.

I carabinieri che stanno eseguendo rilievi nel garage-cantina in cui l’uomo afferma di aver ucciso la quindicenne. In questo caso, non è escluso che i militari siano alla ricerca dei vestiti di Sarah, che Misseri ha detto di aver bruciato dichiarando l’intenzione di indicare il luogo dove avrebbe effettuato l’operazione.