Sardegna, rischio black out e isolamento digitale: due dei tre cavi sottomarini fuori uso

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 agosto 2018 11:04 | Ultimo aggiornamento: 28 agosto 2018 11:27
Sardegna, rischio black out e isolamento digitale: due dei tre cavi sottomarini fuori uso

Sardegna, rischio black out e isolamento digitale: due dei tre cavi sottomarini fuori uso

ROMA – Dei tre cavidotti che garantiscono il traffico internet da e per la Sardegna ne funziona soltanto uno: il collegamento Olbia-Civitavecchia è stato spezzato dopo ferragosto e da ieri 27 agosto è in tilt la linea Cagliari-Mazzara del Vallo.

I due collegamenti sono gestiti dal consorzio Janna che da tempo denuncia le troppe rotture spesso causate da addetti alla pesca. anna è una società consortile a responsabilità limitata costituita nel 2002 per la realizzazione del collegamento telematico, attraverso cavi sottomarini di fibre ottiche, fra la Sardegna ed la penisola per le tratte Olbia-Civitavecchia e Cagliari-Mazara del Vallo.

Attualmente fanno parte del Consorzio Tiscali Italia Spa, Wind Telecomunicazioni SpA, Interoute SpA e la Regione Sardegna, che detiene una quota di partecipazione pari al 49%. Dal 2005 ad oggi sono stati tredici i casi di cavi tranciati.

Resta al momento funzionante solo quello di proprietà Telecom Italia. Se fosse tranciato o dovesse smettere di funzionare, la Sardegna precipiterebbe in un black out dagli esiti disastrosi: un ritorno agli anni 80, prima della rivoluzione telematica che ha trasformato le nostre vite.