Sassari, nigeriana picchiata in fila al bancomat: “Tornatene nel tuo paese”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 4 luglio 2018 11:07 | Ultimo aggiornamento: 4 luglio 2018 11:07
Sassari, aggressione razzista in strada: nigeriana picchiata

Sassari, nigeriana picchiata in strada: “Tornatene nel tuo paese”

SASSARI – Prima ha accusato la ragazza di aver saltato la fila al bancomat, strappandole la carta di mano e spezzandola, poi le ha rotto il cellulare e l’ha picchiata. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] La vittima della brutale aggressione avvenuta il 3 luglio per le strade del quartiere Monte Rosello di Sassari è una ragazza nigeriana. Il suo aggressore, un giovane italiano, le ha intimato di “tornare nel suo paese” e dopo le percosse è fuggito.

L’episodio è avvenuto davanti al bancomat dell’ufficio postale di via Bogino, dove oltre alla vittima e al giovane c’erano anche molte altre persone che sono rimaste impaurite dall’accaduto. Il giovane ha avvicinato la ragazza, le ha strappato il bancomat di mano spezzandolo in due, le ha preso il telefono e l’ha gettato in terra rompendolo. Poi ha iniziato a gridarle contro: “Ci sono prima io, tornatene nel tuo Paese”. E dopo le minacce, l’ha tirata per i capelli e l’ha fatta cadere sul marciapiede per poi fuggire.

Un’aggressione che è avvenuta alla luce del sole, dove nessuno è intervenuto. Solo dopo la fuga del giovane gli altri presenti hanno dato l’allarme alle forze dell’ordine. Tra loro, qualcuno ha commentato riferendosi alla vittima nigeriana: “Non se ne può più di questi”.

Arrivati sul posto, gli agenti della squadra mobile della Questura di Sassari hanno allertato il 118. Trasportata al pronto soccorso, la giovane straniera è stata curata. È molto provata ma sta bene. Ora le organizzazioni no-profit vogliono organizzare una manifestazione di solidarietà alla vittima.