Sassari, scuola dice no al vescovo: metà alunni stranieri

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Novembre 2015 19:02 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2015 19:02
Sassari, scuola dice no al vescovo: metà alunni stranieri

Sassari, scuola dice no al vescovo: metà alunni stranieri

SASSARI – Con 122 alunni stranieri su 250, la scuola San Donato di Sassari ha detto no alla visita del vescovo. Non c’è solo la scuola di Rozzano, Milano, a fare a meno delle celebrazioni natalizie (anche se lo stesso preside ha successivamente precisato che non si trattava di annullare il natale tout court).

Anche a Sassari una preside, insieme al consiglio scolastico, ha deciso di respingere la proposta del vescovo in nome del rispetto delle altre religioni ma soprattutto della laicità della scuola pubblica. Scrive Repubblica:

Non volendo rispondere con un no alla proposta dell’arcivescovo Paolo Atzei, per una visita ai piccoli allievi delle elementari, la dirigente scolastica Patrizia Mercuri ha portato la vicenda all’esame del consiglio degli insegnanti proponendo di valutare la possibilità che l’incontro con monsignor Atzei si svolgesse in chiesa e coinvolgesse solo i bambini cattolici o quelli che non appartengono dichiaratamente ad altre confessioni religiose. Il Consiglio, concorde con la dirigente sulla necessità di rispettare le sensibilità di tutti, alla fine ha deciso che l’incontro prenatalizio non si farà neanche fuori dalle mura scolastiche, se non con il coinvolgimento dei genitori. “Trarremmo sicuramente un grosso vantaggio culturale nel dialogare con il vescovo e le associazioni cittadine sulla situazione in cui versa il quartiere e sulla necessità di costruire un progetto di pace e di convivenza civile – dice Patrizia Mercuri – , ma occorre rispettare anche il modo di operare della nostra scuola”.