Sassoferrato: bimba di 11 anni muore di notte a casa per le esalazioni della stufa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 gennaio 2019 11:13 | Ultimo aggiornamento: 11 gennaio 2019 11:13
Sassoferrato (Ancona): bimba di 11 anni muore di notte a casa per le esalazioni della stufa

Sassoferrato: bimba di 11 anni muore di notte a casa per le esalazioni della stufa (foto d’archivio Ansa)

SASSOFERRATO – Una bambina di 11 anni è morta a Sassoferrato (Ancona) nella provincia di Aspro e suo fratello di 7 è in gravissime condizioni. Entrambi sono state vittime di un’intossicazione da monossido di carbonio. Secondo le prime indiscrezioni, infatti, la tragedia sarebbe stata causata dalle esalazioni di una stufa presente nella loro cameretta. 

A dare l’allarme, questa mattina poco dopo le 7, sono stati i genitori, che hanno provato a svegliarli per la colazione e per portarli a scuola. Sul posto sono intervenuti una squadra di vigili del fuoco di Arcevia, i colleghi di Ancona, con il centro mobile specializzato per questo tipo di interventi, i carabinieri e i soccorritori del 118.

Alessandro Di Marco aggiunge su Il Resto del Carlino: Stamattina, il padre si è svegliato per andare al lavoro prima delle 6 come ogni giorni. Più tardi, la madre è entrata nella stanza dei bambini per svegliarli e prepararli per la scuola, ma la piccola era già senza vita. Immediata la richiesta di aiuto lanciata dalla famiglia, che si sono rivolti prima ai vicini e poi a vigili del fuoco e 118. I sanitari hanno potuto però soltanto aiutare il fratellino, 7 anni, anche lui gravemente intossicato, ma ancora vivo. Il bimbo è ora ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Fano. Incolumi i genitori.