Saviano (Napoli), c’erano anche altri sindaci. De Luca: e io vi faccio zona rossa

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Aprile 2020 10:29 | Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2020 10:31
Saviano (Napoli), c'erano anche altri sindaci. De Luca: "E io vi faccio zona rossa"

Saviano (Napoli) dichiarata “zona rossa” (Ansa)

ROMA – Scattata dalla notte di domenica la quarantena per il comune di Saviano, in provincia di Napoli, dove centinaia di persone si erano assembrate al seguito del feretro del sindaco-medico Carmine Sommese, morto a 66 anni per coronavirus.

Funerale assurdo e criminale, viste le disposizioni che vietavano e vietano gli assembramenti, praticamente un invito spensierato al contagio di massa. Funerale a cui hanno partecipato anche altri sindaci. Quello di Nola, quello di Ottaviano, per esempio, entrambi raggiunti da sanzione amministrativa.

De Luca dichiara Saviano “zona rossa”

Il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha disposto la quarantena per il comune di Saviano. In attesa che siano sottoposti a tampone i partecipanti al corteo, in modo da escludere il rischio di un focolaio epidemico.

Decisione è stata presa “per tutelare la salute del territorio” che “è stata anche un atto di rispetto per la figura di un grande medico e della sua famiglia, che avrebbe per primo sollecitato comportamenti responsabili”, afferma il governatore Vincenzo De Luca che ha firmato l’ordinanza.

“E’ una decisione che rende merito al sacrificio compiuto da tanti cittadini che hanno rispettato le regole. E’ una decisione che ripristina la dignità e onora l’impegno civile di tutta la nostra comunità”.

C’erano anche i sindaci di Nola e Ottaviano

Sanzioni amministrative per aver violato le norme anticontagio sono state notificate al sindaco di Nola, a quello di Ottaviano, al consigliere regionale Pasquale Sommese e al vicesindaco di Saviano dai carabinieri del comando provinciale di Napoli. Oggi saranno notificate altre sanzioni. I militari, su delega della procura di Nola, stanno identificando le centinaia di persone scese per strada per l’ultimo saluto al sindaco. (fonte Ansa)