Savignano sul Rubicone (Cesena), Eliseo Tana muore per una puntura di vespa

di redazione Blitz
Pubblicato il 10 agosto 2017 5:23 | Ultimo aggiornamento: 9 agosto 2017 23:45
Savignano sul Rubicone (Cesena), Eliseo Tana muore per una puntura di vespa

Savignano sul Rubicone (Cesena), Eliseo Tana muore per una puntura di vespa

SAVIGNANO SUL RUBICONE (FORLI’-CESENA) – Punto da una vespa mentre era in motorino, è morto poco dopo davanti alla moglie inerme. Eliseo Tana aveva 64 anni. Mercoledì pomeriggio, 9 agosto, nel primo pomeriggio stava andando in scooter verso il mare quando è stato punto da un imenottero.

L’uomo ha fatto presto ritorno a casa, a Savignano sul Rubicone (Cesena), e ha detto alla moglie di stare male, a causa della puntura di una vespa sotto la guancia, e di chiamare subito il 118 per il timore di uno choc anafilattico. Mentre stavano arrivando l’ambulanza e l’automedicalizzata con i sanitari chiamati dalla consorte, Tana ha iniziato ad avere difficoltà a respirare, tanto che la moglie ha cercato di aiutarlo praticando un massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca.

Tutto inutile, come inutili sono stati i tentativi dei medici del 118, giunti sul posto, di strapparlo alla morte e farlo tornare a respirare: in pochi minuti l’uomo è spirato e non è stato possibile neppure trasportarlo al pronto soccorso dell’ospedale Bufalini di Cesena.

Tana era un personaggio molto conosciuto a Savignano e in tutta la Valle del Rubicone da Cesena a Rimini: con la sorella Tesaura e il fratello Learco da 40 anni gestiva un’azienda di frutta e verdura all’ingrosso nel mercato ortofrutticolo.