Savona, allarme topi: vengono attirati dai rifiuti abbandonati in strada

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Giugno 2015 11:15 | Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2015 11:15
Savona, allarme topi: vengono attirati dai rifiuti abbandonati in strada

(Foto d’archivio)

SAVONA – Passano gli anni, ma puntuale con il caldo arriva l’emergenza ratti a Savona. Sotto accusa non solo le poche esche avvelenate, ma anche i rifiuti lasciati dagli abitanti vicino ai cassonetti pieni. A segnalare la situazione difficile è Olivia Stevanin sul Secolo XIX. Già l’anno scorso il quotidiano ligure aveva lanciato l’allarme, sottolineando che nella città ligure c’erano sei ratti ogni abitante, quando a quota sette scatta l’allarme.

Anche quest’anno la situazione è simile. I cittadini dicono di vedere in giro sempre più topi. Il caso è approdato direttamente nell’ufficio del sindaco. A preoccupare è soprattutto la situazione in via Untoria e in via Nostra Signora dell’Olmo.

Scrive Olivia Stevanin sul Secolo XIX:

“L’ultimo campanello d’allarme è suonato infatti proprio in quella strada, dove diversi esemplari sono stati avvistati spostarsi tra la strada, le auto parcheggiate ed i marciapiede, fotografati e filmati. La gente avrebbe già puntato il dito sui lavori nell’ex ospedale San Paolo di piazza Giulio II: sarebbe proprio dopo la demolizione di parte della struttura che, dal cantiere, decine e decine di ratti sono usciti spostandosi nelle zone limitrofe.

(…) I residenti lamentano che siano state posizionate troppe poche esche avvelenate rispetto al numero di topi (è bene ricordare comunque che il Comune, attraverso Ata, effettua regolarmente gli interventi di derattizzazione e disinfestazione), ma sotto accusa c’è anche chi abbandona i rifiuti accanto ai cassonetti dell’immondizia attirando così i roditori in cerca di cibo.

(…) Il problema però non è soltanto igienico-sanitario visto che in alcuni casi i topi hanno anche procurato dei danni ai cittadini come racconta una residente della zona di corso Mazzini: «Mi sono ritrovata il materiale isolante della mansarda completamente mangiato e sono stata costretta a piazzare delle esche, per neutralizzare i topi. La situazione, comunque, nel quartiere non è affatto migliorata perché continuiamo ad avvistare ratti per la strada». Insomma, nonostante gli interventi di derattizzazione, compiuti sia dai privati che dal Comune attraverso Ata, la presenza dei topi nel centro cittadino non sembra essere affatto in calo. Un fenomeno che, alla luce delle ultime segnalazioni arrivate dai residenti del centro città, bisognerà cercare di contenere per evitare di incappare in problematiche igienico-sanitarie”.