Savona, pensano sia un cantiere: finiscono a rubare in caserma

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 marzo 2018 12:55 | Ultimo aggiornamento: 23 marzo 2018 12:55
Tre ladri arrestati in caserma a Savona

(Foto d’archivio)

SAVONA – Pensavano fosse un normale cantiere, e hanno tentato il furto; solo alla fine si sono accorti che quella colpita era una caserma della Guardia di Finanza, ma ormai era troppo tardi.

Il colpo finito male è stato messo a segno a Savona. Protagonisti, tre giovani albanesi, poi arrestati. I tre, di 22, 29 e 17 anni, residenti a Taggia (Imperia), hanno tentato di rubare nella caserma Damiano Chiesa di Savona.

Uno di loro è riuscito a penetrare scavalcando il muro di cinta, il complice stava per farlo mentre il terzo uomo li aspettava fuori, alla guida di un furgone, facendo da palo e pronto per partire non appena i complici fossero tornati dal colpo.  

Gli addetti impegnati nella vigilanza li hanno però scoperti. Gli attrezzi trovati sul posto (una scala, delle cesoie e una sega metallica) hanno svelato quel che stava accadendo, racconta La Stampa:

quei tre volevano rubare, ma poco pratici dei posti, non sapevano che quella presa di mira era la caserma della guardia di Finanza. Li hanno sorpresi e arrestati i militari impegnati nella vigilanza. Sono tre albanesi, E.G. 22 anni, E.V. di 29 anni e E.I. di 17, residenti a Taggia con precedenti per furto, droga e armi. L’accusa è di introduzione clandestina in luoghi militari e tentato furto aggravato. I due maggiorenni saranno processati per direttissima questa mattina in tribunale, mentre il diciassettenne è stato portato in un centro di prima accoglienza di Genova.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other