Savona, ubriaco investe un amico e fugge: arrestato

Pubblicato il 19 luglio 2010 14:32 | Ultimo aggiornamento: 19 luglio 2010 15:04

Ubriaco al volante investe un amico e fugge ma è stato arrestato dai carabinieri per omissione di soccorso. Protagonista dell’episodio è un giovane di 19 anni, R.N., residente a Nona (Torino). Erano da poco passate le cinque quando i carabinieri sono stati avvisati da un passante di un incidente stradale con un pedone investito da un’auto pirata in via Roma a Laigueglia.

Il testimone, che ha sottolineato come l’autista del veicolo non avesse minimamente accennato a fermarsi, ha anche fornito alcuni elementi per risalire alla vettura. Mentre la ricostruzione era in atto, davanti ai carabinieri è passata un’auto col parabrezza sfondato. I militari hanno inseguito e bloccato il veicolo facendo scendere gli occupanti.

In un primo momento il conducente ha negato il proprio coinvolgimento ma, posto davanti all’evidenza dei fatti (sul parabrezza sfondato c’erano tracce di sangue e alcuni passanti lo avevano riconosciuto, prendendo anche ad insultarlo), ha spiegato di essere fuggito per paura. Il pedone ha riportato alcune lesioni ma non è in pericolo di vita.

E’ poi emerso che il ragazzo investito era un amico del pirata della strada, che erano venuti assieme ad altri amici per passare la serata in riviera, e che al momento dell’incidente si erano momentaneamente separati. Gli accertamenti successivi effettuati sul conducente (che non sapeva di aver investito proprio un amico) hanno evidenziato che il tasso di alcool presente nel sangue era di quasi tre volte superiore al limite consentito.