Scafati (Salerno), assembramento in Chiesa: i carabinieri interrompono veglia pasquale

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Aprile 2020 20:22 | Ultimo aggiornamento: 12 Aprile 2020 20:46
Carabinieri, Ansa

Scafati (Salerno), assembramento in Chiesa: i carabinieri interrompono veglia pasquale (foto Ansa)

ROMA – Ieri, quindi sabato 11 aprile, i carabinieri sono intervenuti in una Chiesa di Scafati, in provincia di Salerno, dove era in corso una veglia pasquale.

Tutto, per la precisione, è avvenuto nella parrocchia Santa Maria delle Vergini di piazza Vittorio Veneto.

Al rito religioso stavano partecipando una quarantina di persone che sono poi state identificate dai militari dell’Arma. Insomma: un vero e proprio assembramento in piena regola.

“Va censurato e condannato categoricamente il comportando di tutti coloro che hanno violato le disposizioni in vigore, creando un assembramento che non può essere giustificato a nessun livello, anche se motivato da esigenze di tipo spirituali e religiose”, ha detto attraverso i social il sindaco Cristoforo Salvati.

Sindaco che ha annunciato che tutte le persone che hanno partecipato “saranno sanzionate e sottoposte a quarantena domiciliare per quattordici giorni”, come prevedono le norme vigenti in Campania.

Per il primo cittadino non è possibile “ammettere comportamenti irresponsabili che rischiano di vanificare tutto quanto è stato fatto fino a questo momento”.

Mariglianella (Napoli), esce di casa su un’auto rubata: arrestato dopo inseguimento

Esce di casa su un’auto rubata. Forse non proprio il massimo di questi tempi.

E infatti il protagonista della vicenda. un 43enne di Mariglianella, provincia di Napoli, è incappato in uno dei controlli della Guardia di finanza.

Il 43enne ha anche tentato la fuga ma è stato bloccato dopo un inseguimento.

L’uomo, di 43 anni, pregiudicato, è stato arrestato, oltre che per essere risultato fuori dalla propria abitazione senza giustificato motivo, anche per furto, ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente.

E’ stato condotto ai domiciliari e sarà processato per direttissima con la nuova procedura video collegata.

(Fonte: Ansa).