Schio (Vicenza), offriva dolci a due bambine e poi ne abusava: arrestato Carlo D’Avanzo

Pubblicato il 11 agosto 2010 14:51 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2010 15:00

Un uomo, Carlo D’Avanzo, 56 anni, di Schio (Vicenza), è stato arrestato per violenza sessuale nei confronti di due bambine di 9 e 4 anni. La denuncia nei suoi confronti era stata presentata da una senegalese: D’Avanzo, divorziato, libero professionista, è stato accusato di aver commesso abusi sessuali nei confronti delle due figlie del senegalese.

D’Avanzo, già con un precedente negli anni Ottanta per reati sessuali, approfittava della fiducia della donna per abusare delle sue due figlie. L’uomo, amministratore condominiale, si trovava spesso nella palazzina dove le piccole vittime e non gli mancavano le occasioni per intrattenersi per parlare con la senegalese che lavora, saltuariamente, come collaboratrice domestica.

Da quanto è emerso dalle indagini, l’indagato si presentava nella casa della donna quanto questa era appunto impegnata in qualche lavoro domestico presso altre abitazioni. Gli episodi sarebbero avvenuti tra la fine luglio e l’inizio di agosto.

D’Avanzo si faceva aprire la porta dalle due bambine di 9 e 4 anni conquistando la loro simpatia offrendo loro caramelle o dolciumi. Una volta dentro casa con una scusa, come quella di essere aiutato a spalmare la crema, convinceva le piccole a compiere su se stesso atti sessuali. Un gioco che durava meno di mezz’ora (il tempo giusto prima che rincasasse la madre) e che alla bambina di 9 anni non piaceva e trovava strano: così ha riferito i suoi dubbi alla madre che si è rivolta ai carabinieri che hanno utilizzato soluzione tecniche per verificare se quanto riferito dalla senegalese fosse vero.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other