Sciopero aerei 25 febbraio differito al 2 aprile per il Coronavirus

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Febbraio 2020 12:51 | Ultimo aggiornamento: 24 Febbraio 2020 15:23
Sciopero aerei 25 febbraio per 24 ore: 350 voli cancellati da Alitalia

Sciopero aerei 25 febbraio per 24 ore: 350 voli cancellati da Alitalia (Foto archivio ANSA)

ROMA – Lo sciopero del trasporto aereo del 25 febbraio è stato rinviato al 2 aprile per non aggravare la situazione di disagio provocata nell’attività di prevenzione e contenimento della diffusione del coronavirus.

I sindacati hanno indetto la protesta contro la “grave crisi che imperversa il settore”. Si tratta del terzo stop nazionale dal luglio scorso, a cui si aggiungono gli scioperi di numerose aziende del settore.

Sciopero trasporto aereo, sindacati: “Grave crisi”

Alla base della protesta, proclamata da Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugl Trasporto aereo, c’è la “grave crisi che imperversa nel settore e il proliferare di situazioni di pesante crisi industriale” come Air Italy e Alitalia. A questo si aggiunge il nodo dell’annullamento del finanziamento del Fondo di solidarietà del trasporto aereo che contribuisce ad integrare i redditi dei lavoratori posti in ammortizzatore sociale.

I sindacati in una nota spiegano: “Da ormai troppo tempo richiediamo inascoltate un tavolo di lavoro ministeriale e una cabina di regina che abbia la finalità di riscrivere le regole del settore”. In particolare il Fondo di solidarietà del trasporto aereo dovrebbe ammontare, secondo le sigle, a 130 milioni che servono ogni anno per integrare l’80% dei redditi dei lavoratori (sono 13 mila i lavoratori attualmente interessati da assegnazione di ammortizzatori sociali, con punte anche di 17 mila unità raggiunte nel recente passato), ma la somma disponibile per il 2020 è invece di 80 mila euro.

Sciopero aerei differito al 2 aprile

Lo sciopero del trasporto aereo che era previsto per domani è stato differito al 2 aprile 2020. Lo comunicano i sindacati del settore dopo che la Commissione di Garanzia sugli scioperi aveva invitato oggi a non effettuare astensioni collettive dal 25 febbraio al 31 marzo 2020 al fine di evitare ulteriore aggravio alle Istituzioni coinvolte nell’attività di prevenzione e contenimento della diffusione del coronavirus.

(Fonte ANSA)