Sciopero bus e metro: a Roma (e in tutta Italia) si fa, a Milano si precetta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Maggio 2015 6:20 | Ultimo aggiornamento: 15 Maggio 2015 8:07
Sciopero (autonomi) bus e metro: a Roma si fa, a Milano si precetta

(Foto d’archivio)

ROMA –  Sciopero dei trasporti pubblici del 15 maggio: a Roma si fa, a Milano si precetta. C’è l’Expo e metro, bus e tram devono essere garantiti, sottolinea il prefetto lombardo Francesco Paolo Tronca, che ha precettato macchinisti e conducenti. Si vogliono evitare i notevoli disagi creati il 28 aprile scorso, quando la mobilitazione indetta da una sigla minore come la Cub Trasporti è riuscita a bloccare tutte le metropolitane per sei ore.

Non è la prima volta che l’amministrazione milanese sceglie il pugno duro con i macchinisti dell‘Atm. Già lo scorso 14 aprile era stato firmato un decreto di precettazione per scongiurare un altro sciopero alla vigilia del Salone del Mobile, altra kermesse milanese che attira migliaia di imprenditori, compratori e designer da tutto il mondo.

L’agitazione resta, invece, a Roma, dove sono a rischio per venerdì metropolitane autobus dalle 8:30 alle 17 e dalle 20 al termine del servizio. L’adesione, però, non è detto che sia ampia dal momento che lo sciopero è stato indetto dal sindacato Usb Lavoro Privato e non da sigle maggiori. Gli autisti dei mezzi di trasporto pubblico si potranno fermare anche a Napoli, Bologna e Genova (CLICCA QUI PER LEGGERE GLI ORARI CITTA’ PER CITTA’).