Sciopero dei tir. Movimento dei Forconi, continua la protesta

Pubblicato il 20 Gennaio 2012 8:58 | Ultimo aggiornamento: 20 Gennaio 2012 9:09

PALERMO – Per il quinto giorno consecutivo continua la protesta del movimento forza d’urto, composto da autotrasportatori, agricoltori, pescatori, che con presidi in punti nevralgici di varie province blocca il passaggio di tir e camion. Benzinai chiusi nelle grandi citta’ perche’ non sono stati riforniti di carburante, supermercati con poche derrate, acqua minerale ormai rarissima, sono alcune delle conseguenze visibili dello sciopero dei padroncini che chiedono soprattutto uno sconto sul prezzo del carburante che serve loro per lavorare.

A Palermo ma anche a Catania, Agrigento e Messina sono poche le auto in circolazione: anche di mattina, ora di punta per i lavoratori che si recano in ufficio e le madri che accompagnano i bimbi a scuola, le grandi strade sono semivuote con poche auto che circolano. Mentre lo sciopero dei tir dovrebbe terminare alle 24 di oggi il ‘movimento dei forconi’, che raccoglie soprattutto agricoltori e artigiani, ha annunciato che la protesta prosegue ad oltranza anche se i presidi saranno allentati.

La paura tra la gente e’ che con l’annunciato sciopero dei benzinai, il proseguimento della protesta dei forconi e dei tassisti, l’approvvigionamento di benzina sia impossibile e la mobilita’ sia resa difficile.

Oltre ai blocchi stradali del movimento forza d’urto in Sicilia oggi vi sara’ l’annunciata mobilitazione degli studenti, promossa dal Coordinamento spontaneo ed apartitico ”Studenti siciliani in lotta” che appoggiano, la protesta dei lavoratori di vari comparti produttivi. Gran parte delle scuole siciliane sono state disertate dagli studenti che si stanno riversando nelle piazze e nei blocchi stradali del comitato ‘Forza d’urto”.

A Palermo la manifestazione principale comincera’ alle 10 da Palazzo D’Orleans, in piazza Indipendenza sede della Presidenza della Regione. A Catania gli studenti si uniranno ai lavoratori in largo Rosolino Pilo per dar vita al blocco stradale. A Vittoria, in provincia di Ragusa, gli studenti convergeranno nel mercato ortofrutticolo presidiato dal Movimento dei Forconi. A Caltanissetta l’appuntamento e’ nello scorrimento veloce CL-AG nei pressi dell’Hotel Ventura.

In provincia di Agrigento si svolgera’ un corteo a Canicatti’ che partira’ alle 9 dal liceo classico ”Ugo Foscolo” e si concludera’ alle 12.30 nei pressi della rotonda di S.Diego. Oltre alla mobilitazione di questa mattina, gli studenti del coordinamento dicono di essere pronti ad una protesta ad oltranza, insieme al movimento ”Forza d’Urto”. Non escludono le occupazioni delle scuole da lunedi’.