Sciopero generale 8 marzo metro, bus e treni. Orari e fasce di garanzia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 marzo 2018 8:21 | Ultimo aggiornamento: 8 marzo 2018 8:21
sciopero generale 8 marzo

Sciopero generale 8 marzo metro, bus e treni. Orari e fasce di garanzia

ROMA – Lo sciopero generale indetto per oggi, 8 marzo, si unisce alle manifestazioni per la Festa della donna e porta disagi non solo nelle grandi città. Una raffica di scioperi che mettono a rischio caos scuola, sanità e trasporti.

A Milano a rischio il trasporto pubblico locale (Atm rispetterà solo la fascia di garanzia 15-18, mentre Trenord garantirà le corse negli orari 6-9 e 18-21), ma anche i treni di Trenitalia e Italo. Possibili soppressioni anche dei treni che collegano la città con gli aeroporti, che in caso di sciopero saranno sostituiti da navette senza fermate intermedie. Potrebbero incrociare le braccia anche i tassisti e i dipendenti degli aeroporti e dell’Enav.

A Roma dipendenti Atac e Roma Tpl in sciopero dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 a fine servizio: in questi orari non saranno garantiti bus, filobus, tram, metro, ferrovie locali come la Roma-Civitacastellana-Viterbo, la Termini-Centocelle e la Roma-Lido. Stessi orari anche per i bus extraurbani e regionali di Cotral, mentre per quanto riguarda i treni regionali saranno garantiti solo i servizi essenziali nelle fasce di garanzia 6-9 e 18-21.

Possibili disagi anche a Torino: la GTT, che gestisce il trasporto pubblico locale, ha istituito due fasce di garanzia per bus, tram e metro (6-9 e 12-15). Le linee extraurbane saranno invece garantite da inizio servizio fino alle 8 e dalle 14.30 alle 17.30. L’amministrazione comunale, in virtù degli scioperi annunciati, potrebbe revocare a breve il blocco del traffico che impediva di circolare ai diesel Euro3 e Euro4.

A Napoli l’Anm ha già indetto lo sciopero e annunciato le fasce di garanzia: servizio bus regolare dalle 5.30 alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Variabili invece gli orari di metro e funicolari: la linea 1 inizierà il servizio alle 6.40 da Piscinola e alle 7.20 da Garibaldi, per poi interromperlo alle 9.14 a Piscinola e alle 9.18 a Garibaldi; nella seconda fascia di garanzia, invece, prime corse da Piscinola e Garibaldi rispettivamente alle 17.11 e 17.51 e ultime corse alle 19.44 e 19.48. Per quanto riguarda le funicolari, queste le fasce di garanzia: 7-9.20 e 17-19.50.

A Bologna e Ferrara i disagi alla circolazione si potranno avere dalle 8.30 alle 16.30 e dalle 19.30 a fine servizio. La Tper avverte che potranno “essere chiusi o subire una riduzione dei servizi nel corso dell’intera giornata” biglietterie e sportelli”.

Dalle 13 alle 17 è in programma lo sciopero dei controllori di volo aderenti a Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl-Ta e Unica. I lavoratori dell’Enav incroceranno le braccia per un periodo più lungo, 8 ore dalle 10 alle 18, all’aeroporto di Roma-Fiumicino se facenti capo a Ugl-Ta e Unica. Proprio per l’agitazione dell’Enav, Alitalia ha già annunciato delle cancellazioni, assicurando però la ‘ricoperturà in giornata per il 75% dei passeggeri coinvolti. Gli aeroporti romani di Fiumicino e Ciampino saranno interessati anche dallo stop di 24 ore dei dipendenti della società di handling Aviation Services aderenti a Fit-Cisl e Ugl-Ta.

Trenitalia ha comunicato che problemi e cancellazioni a partire dalla mezzanotte di martedì 7 marzo fino alle 21 dell’8 marzo e potrebbero verificarsi disagi su tutte le linee, ad eccezione delle Frecce, che circoleranno regolarmente. Per gli altri treni nazionali le ripercussioni dovrebbero essere limitate. Il gruppo Fs ricorda che saranno assicurati tutti i convogli elencati nell’apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, consultabile sull’orario ufficiale di trenitalia e sul sito web trenitalia.Com. Saranno inoltre assicurati i collegamenti fra roma termini e l’aeroporto internazionale Leonardo da Vinci di Fiumicino. Per i treni regionali, il cui programma potrà essere oggetto di alcune modifiche, sono garantiti i servizi essenziali assicurati per legge nei giorni feriali, nelle fasce orarie più frequentate dai viaggiatori pendolari (6-9 e 18-21). Informazioni su collegamenti e servizi anche nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie, nelle agenzie di viaggio convenzionate e attraverso i new media del gruppo fs italiane: fsnews.It, la radio web fsnews radio e l’account twitter @fsnews_it. Sul sito web viaggiatreno.It di trenitalia sarà infine possibile rilevare la situazione in tempo reale della circolazione dei convogli trenitalia sull’intera rete nazionale. Lo sciopero riguarderà anche Italo.

Lo sciopero indetto da Slai Cobas, Usi, Usi-Ait, Usb, con l’adesione anche del sindacato di comparto Usi Surf, riguarda le scuole di ogni ordine e grado e gli uffici pubblici e privati. Anche il Cub sanità e i Cobas sanità, università e ricerca hanno proclamato una protesta con astensione per l’intero turno mentre a Roma, per iniziativa delle rappresentanze sindacali unitarie, si fermeranno i lavoratori dei servizi anagrafici e a proclamare un’astensione di 24 ore anche i Cub di tessili ed edili.

Lo scioperò riguarderà anche i lavoratori nel settore dei rifiuti che assicureranno soltanto i servizi essenziali. Per quanto riguarda Roma, “in base a precedenti casi del genere, si prevede un’incidenza limitata sull’erogazione complessiva dei servizi” ha spiegato l’Ama in una nota. In attuazione di quanto prescritto dalla normativa di legge, Ama “ha comunque attivato le procedure tese ad assicurare durante lo sciopero servizi minimi essenziali e prestazioni indispensabili: pronto intervento a ciclo continuo; raccolta pile, farmaci e siringhe abbandonate; pulizia mercati; raccolta rifiuti prodotti da case di cura, ospedali, caserme, ecc”.