26 gennaio, bus e metro a rischio: sciopero dei Cobas. Ecco gli stop a Roma e Milano

Pubblicato il 25 Gennaio 2011 12:06 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2011 18:51

ROMA – Trasporti urbani a rischio il 26 gennaio nelle principali città italiane: i sindacati di base, infatti, hanno indetto uno sciopero di 24 ore. Autoferrotranviari e metroferroviari aderenti all’Unione sindacale di base (Usb) incroceranno le braccia garantendo, tuttavia, le corse delle fasce orarie di maggiore frequentazione.

Roma

La protesta coinvolgerà bus, tram, metro e ferrovie Roma Lido, Termini Giardinetti e CivitaCastellana Viterbo e i lavoratori Atac e Roma Tpl, il personale viaggiante e interno, compresi gli addetti alla verifica dei titoli di viaggio, gli addetti ai parcheggi, gli ausiliari del traffico e lavoratori delle biglietterie.

Lo sciopero è previsto dalle 8.30 alle 17 e dalle 20 al termine del servizio. All’interno dello sciopero di domani se ne svolgerà un altro, di 4 ore. Si tratta dell’agitazione indetta dal Sindacato unitario lavoratori comparto trasporti (Sulct) e Orsa Trasporti e durerà dalle 11,30 alle 15,30. Saranno esclusi da i portieri, i guardiani, gli addetti ai centralini telefonici e quelli ai servizi di sicurezza.

Sono possibili, inoltre, disagi nella notte tra martedì 25 e mercoledì 26 gennaio per i 27 collegamenti della rete notturna. Lo sciopero di 8 ore indetto dal Coordinamento macchinisti metro Roma, invece, è stato rinviato.

Milano

A Milano l’agitazione è prevista dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 al termine del servizio: durante queste fasce orarie saranno quindi possibili disagi. Corse garantite in metro e in superficie fino alle 8,45 e dalle 15 alle 18.