Sciopero portavalori 1 e 2 agosto, banche: “Rischio no contanti ai bancomat”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Luglio 2019 18:02 | Ultimo aggiornamento: 27 Luglio 2019 18:02
sciopero bancomat contanti

Un bancomat (Foto Ansa)

ROMA – Sciopero degli istituti di vigilanza privata e dalle banche, che sono interessate dall’agitazione per il trasporto dei valori, arriva un messaggio d’allerta: potrebbero scarseggiare i contanti. Gli utenti di Intesa Sanpaolo hanno ricevuto in queste ore la comunicazione: “A causa dello sciopero nazionale del trasporto valori proclamato per le giornate dell’1 e 2 agosto 2019, il prelievo di contanti alle Casse veloci automatiche e in filiale potrebbe non essere disponibile”, dice ai clienti l’istituto che suggerisce l’alternativa di prelevare alle tabaccherie convenzionate, servizio erogato da Banca 5.

 Ad incrociare le braccia saranno i 70 mila addetti della vigilanza privata e dei servizi fiduciari, in attesa del nuovo contratto nazionale del settore scaduto nel 2015. Per i soli addetti alla vigilanza dei siti aeroportuali, lo stop era stato differito al 6 settembre.

La mobilitazione è stata indetta dai sindacati di categoria Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs per sollecitare “un avanzamento dei negoziati, allo stato al palo nonostante le proteste degli ultimi mesi e le sollecitazioni alle associazioni imprenditoriali di settore Univ, Anivip, Assiv e delle imprese cooperative Legacoop Produzione e servizi, Confcooperative Federlavoro e Servizi e Agci Servizi sul necessario rinnovo contrattuale nel comparto dei servizi in appalto particolarmente esposto al dumping contrattuale”. (Fonte Ansa).