Sciopero tir: arrestati due autotrasportatori in Puglia

Pubblicato il 25 Gennaio 2012 20:56 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2012 20:57

MASSAFRA (TARANTO) – Due autotrasportatori di Mottola (Taranto), Filippo e Cataldo Carucci, padre e figlio di 44 e 20 anni, sono stati arrestati dai carabinieri di Massafra dopo aver aggredito un loro collega che aveva tentato di eludere un blocco dei Tir imboccando una strada interna.

I due uomini, aderenti alla protesta con il compito di controllare le strade alternative a quelle interessate dai blocchi, notando il camion (che trasportava guarnizioni per infissi) lungo la strada provinciale che collega Mottola a Noci (Bari), lo hanno raggiunto a bordo di un'autovettura intimando l'alt e ponendosi dinanzi al mezzo.

Il conducente del Tir, invitato a raggiungere gli altri manifestanti e a parcheggiare il mezzo sulla parallela statale 100, si e' rifiutato rispondendo che non era interessato alla protesta. A quel punto Filippo Carucci, spalleggiato dal figlio, avrebbe costretto il camionista a scendere dalla cabina del veicolo e poi gli avrebbe chiesto con insistenza le chiavi del mezzo. Al rifiuto del camionista, Filippo Carucci avrebbe reagito con violenza colpendo il collega con alcuni pugni al volto e strappandogli le chiavi dalle mani.

Subito dopo i due autotrasportatori di Mottola sono fuggiti a bordo dell'auto con la quale avevano tagliato la strada all'autoarticolato. I carabinieri, intervenuti sul posto, hanno ascoltato la vittima e alcuni testimoni ricostruendo le fasi dell'aggressione. Avviate le ricerche, Cataldo Carucci e' stato rintracciato nella sua abitazione; piu' tardi e' stato rintracciato e arrestato anche il padre.