Sciopero Trenitalia e Trenord 29 maggio 2014: orari e fasce di garanzia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Maggio 2014 16:26 | Ultimo aggiornamento: 9 Agosto 2019 10:00

ROMA – Giovedì 29 maggio 2014, in occasione di uno sciopero nazionale di alcuni sindacati, i treni suburbani, regionali e il servizio Malpensa Express di Trenord potranno subire ritardi, variazioni di percorso o cancellazioni dalla mezzanotte alle 21 dello stesso giorno.

L’agitazione sindacale non interesserà le fasce orarie di maggiore affluenza di pendolari del mattino (ore 6-9) e della sera (ore 18-21).

Sempre giovedì 29 maggio, dalle ore 00.01 alle ore 21.00, è stato indetto uno sciopero di alcune organizzazioni sindacali del gruppo Ferrovie dello Stato Italiane.

Frecce regolari. Per gli altri treni a lunga percorrenza sono previste variazioni al programma di circolazione, che puoi consultare su questo sito.

Per i treni regionali potranno verificarsi cancellazioni o variazioni. Sarà garantito il collegamento fra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino, con il treno “Leonardo Express” o con autobus sostitutivi.

Nelle giornate di sciopero Trenitalia assicura servizi minimi di trasporto predisposti a seguito di accordi con le Organizzazioni sindacali, ritenuti idonei dalla Commissione di Garanzia per l’attuazione della Legge 146/1990.

Nel trasporto locale sono stati istituiti i servizi essenziali nelle fasce orarie di maggiore frequentazione (dalle ore 06:00 alle ore 09:00 e dalle ore 18:00 alle ore 21:00 dei giorni feriali). Sono garantiti, inoltre, alcuni treni a lunga percorrenza, nei giorni feriali e nei festivi.

I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arrivano comunque alla destinazione finale se è raggiungibile entro un’ora dall’inizio dell’agitazione sindacale; trascorso tale periodo, i treni possono fermarsi in stazioni precedenti la destinazione finale.

Oltre alle prestazioni indispensabili, Trenitalia può garantire ulteriori servizi integrativi che vengono opportunamente resi noti attraverso avvisi nelle stazioni ferroviarie, gli organi d’informazione e sul sito ufficiale.