Scontri a Roma: gli arrestati rischiano da 3 a 15 anni

Pubblicato il 17 ottobre 2011 15:31 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2011 15:33

ROMA – Rischiano da 3 a 15 anni di reclusione i 12 manifestanti arrestati sabato scorso a Roma, in flagranza di reato, durante la manifestazione degli indignati. La procura ha chiesto al gip la convalida delle misure, e la custodia in carcere dei 12, di eta' compresa tra 19 e 30 anni, per resistenza pluriaggravata a pubblico ufficiale.

A decidere sulle richieste della procura sara' il gip Elvira Tamburelli. Tra domani e dopodomani ci saranno gli interrogatori di garanzia degli arrestati. Il procuratore aggiunto Pietro Saviotti ed i sostituti Marcello Monteleone e Francesco Minisci, accertata per tutti e 12 la resistenza a pubbico ufficiale, stanno ora valutando le singole posizioni al fine di stabilire se e a chi attribuire anche i reati di devastazione, incendio e lesioni.