Scontri a Roma, tra gli arrestati anche il figlio di un funzionario di Bankitalia

Pubblicato il 17 ottobre 2011 17:24 | Ultimo aggiornamento: 17 ottobre 2011 17:43

ROMA – C’è anche il figlio di un funzionario della Banca d’Italia tra gli arrestati della manifestazione di Roma di sabato 15 ottobre. E’ stato fermato, scrive il Secolo XIX, in flagranza di reato, mentre lanciava sassi contro la polizia. Accusato di violenza e resistenza a pubblico ufficiale, il giovane ha provocato lo stupore degli agenti che dovevano inviare la comunicazione dell’arresto ai familiari. Compreso il padre che lavora in via Nazionale, nella sede della Banca tanto odiata da Black Bloc e manifestanti.

Di lui non si conosce ancora il nome. Il Secolo XIX scrive che è uno dei residenti del Lazio, e che  non avrebbe negato la partecipazione a parte della guerriglia.

Si sanno in ogni caso i nomi, e le generalità, di tutti gli arrestati. Si tratta di tre femmine e nove maschi. Tutti hanno un’età compresa tra i 19 e 30 anni. Dei dodici solo uno è straniero, cittadino dalla Romania. Nessuno è del Nord Italia.

Il romeno è Robert Scarlet, 21 anni, mentre gli altri arrestati sono: Ilaria Ciancamerla, 21 anni di Sora (Frosinone), Alessandra Orchi, 29 anni di Roma, Alessia Catarinozzi, 26 anni di Alatri (Frosinone), Giovanni Caputi, 22 anni di Terlizzi (Bari), Giuseppe Ciurleo, 20 anni di Roma, Alessandro Venuto di 24 anni di Subiaco (Roma), Giovanni Venuto 30 anni di Tivoli (Roma), Lorenzo Giuliani di 19 anni di Genzano (Roma), Valerio Pascali di 21 anni di San Pietro Vernotico (Brindisi), Stefano Conigliaro di 22 anni di Catania e Leonardo Serena, 21 anni di Roma.

Oltre ai dodici ci sono altre 8 persone fermate e denunciate, sei dei quali minorenni e le cui posizioni saranno valutate dalla procura presso il tribunale dei minori.