Scopre tradimento con sms, va a caccia della rivale con una pistola

Pubblicato il 11 agosto 2010 12:25 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2010 13:03

Un sms al telefonino sbagliato ha rischiato di provocare una tragedia familiare: venendo a sapere che il convivente aveva una relazione clandestina, una donnaè uscita di casa armata di pistola e si è messa alla caccia della rivale. L’intervento dei carabinieri ha risolto la situazione. L’episodio ha avuto per cornice la periferia sud di Torino.

La donna, Maria Isabel Aguilar Cachi, peruviana di 43 anni, è stata arrestata dai militari del nucleo radiomobile. Il convivente, P.V., 60 anni, pensionato, voleva spedire il ”messaggino” al cellulare dell’amica ma, per errore, ha composto il numero della convivente. La peruviana, rendendosi conto che non era lei la destinataria dell’sms, ha preso la pistola dell’uomo, una ”S&W 38 special”, l’ha abbinata a una scatola di munizioni ed è uscita di casa con propositi bellicosi.

P.V. ha subito chiamato i carabinieri, i quali, come prima cosa, hanno rintracciato l’amante, un’italiana di 48 anni che in quel momento si trovava sul lavoro, piantonandone l’ufficio. Quindi, attraverso il figlio, hanno convinto la peruviana a tornare sui propri passi e a consegnare la pistola. P.V., a sua volta,è  stato denunciato: l’arma era regolarmente denunciata, ma nel suo alloggio conservava 205 cartucce, una quantità superiore a quella consentita. In casa, inoltre, c’era una seconda pistola, una Beretta.