Scuola, 1200 firme per l'emendamento Invalsi

Pubblicato il 6 Marzo 2012 17:14 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2012 17:21

ROMA, 6 MAR – E' stato inviato oggi ai presidenti e componenti delle commissioni affari istituzionali, istruzione e attivita' produttive di Camera e Senato un emendamento all' articolo 51 (potenziamento del sistema nazionale di valutazione) del decreto Semplificazioni.

Lo rende noto il Comitato Scuola e Costituzione che assieme a un ampio cartello di associazioni ha raccolto 1.200 firme a sostegno delle modifiche proposte al decreto che nei prossimi giorni prima la Camera e poi il Senato approveranno in versione definitiva.

L'art. 51, c.2 si propone di rendere obbligatorie per tutti gli studenti delle classi seconda e quinta elementare, prime e terza media, seconda e quinta superiore, le prove di valutazione standardizzate predisposte dall'Invalsi, che negli scorsi anni molti insegnanti, genitori e studenti hanno contestato nel metodo e nel merito. Il nostro emendamento – spiegano i promotori – non intende sopprimere la valutazione esterna delle scuole, ma vuole riportare la stessa a livello campionario, come avviene negli altri paesi europei, e rendere disponibili i risultati delle prove per sviluppare un processo di autovalutazione condiviso delle scuole. Non e' con le imposizioni dall'alto che si migliora la nostra scuola!