Scuola, Bonetti: “Bambini malati o in quarantena? Congedi e smart working per i genitori”

di redazione Blitz
Pubblicato il 22 Agosto 2020 17:26 | Ultimo aggiornamento: 22 Agosto 2020 17:37
Scuola, Bonetti: "Bambini malati o in quarantena? Congedi e smart working per i genitori"

Scuola, Bonetti (nella foto Ansa): “Bambini malati o in quarantena? Congedi e smart working per i genitori”

Scuola, la proposta della ministra Bonetti per la riapertura:  “Bambini malati o in quarantena? Congedi e smart working per i genitori”

Bambini malati o in quarantena da scuola, per i genitori congedi retribuiti e diritto allo smart working per la durata della malattia. E’ la proposta della ministra per le Pari opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, per la ripartenza a settembre con la riapertura delle scuole. 

“Priorità riportare i bambini a scuola”

“La priorità è riportare i bambini a scuola restituendo loro il diritto primario ad un luogo ed una comunità educante”, spiega Bonetti.

“Alla politica e a tutto il Paese compete la responsabilità di rendere possibile questo ma con un passo in più: agevolare il ritorno a scuola nel modo più certo, stabile, sicuro per le famiglie. Dobbiamo anche garantire informazioni chiare e procedure semplici e adeguate”.

Da qui la proposta di congedi retribuiti e diritto allo smart working per i genitori dei bimbi malati o in quarantena per la durata della malattia. 

“Per esempio – ha aggiunto la ministra Bonetti – che ci siano percorsi dedicati, veloci, facilmente attivabili da parte delle famiglie, per far fare il tampone ai bambini nei casi di sospetto contagio. Senza lungaggini, perché ne va non solo della salute dei bambini e delle loro famiglie, ma anche del loro percorso educativo. Rimettere l’educazione al centro del Paese vuol dire concretezza di scelte che permettano di vivere davvero la scuola, ed è quello che dobbiamo fare”. (Fonte: Ansa)