Profumo, a scuola a 5 anni. Italiani divisi, su Blitz maggioranza favorevole

Pubblicato il 17 settembre 2012 20:12 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2012 20:12
Francesco Profumo

Francesco Profumo (Foto Lapresse)

ROMA – Il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo lancia l’idea di iniziare la scuola a 5 anni. E gli italiani si spaccano. Tra i lettori di Blitz Quotidiano ben l’84% è favorevole alla proposta. In questo modo si prenderebbe il diploma a 18 anni, con la maggiore età. E si sarebbe più alla pari con gli altri studenti europei: in questo modo anche gli italiani entrerebbero nel mondo del lavoro alla stessa età dei coetanei europei.

Non la pensano così i lettori della Stampa.it. Il 57% delle persone che hanno risposto al sondaggio si sono dette contrarie all’anticipazione della prima elementare.

Intanto il gruppo di esperti (tra cui consiglieri del ministero, pedagogisti e insegnanti) convocati da Profumo sono già al lavoro. Un primo incontro c’è stato la scorsa settimana. Il 9 ottobre ci sarà il secondo. Ed entro dicembre dovrebbe arrivare al ministro una proposta concreta da presentare come disegno di legge.

Oltre alla proposta di far iniziare la scuola a 5 anni ce n’è una seconda che prevede di scardinare l’attuale organizzazione, creando due blocchi di studio da cinque anni l’uno, e un biennio finale che consentirebbe anche l’accesso all’università.

In Paesi come la Gran Bretagna, l’Irlanda, la Spagna, il Portogallo, il Belgio, i Paesi Bassi ma anche la Francia e la Grecia, gli studenti da anni terminano il loro percorso di studi con un anno di anticipo rispetto ai coetanei italiani.