Scuola: stangata su libri, quaderni, e cancelleria varia. Tutto più caro, solo in Rete si risparmia

Pubblicato il 7 Settembre 2011 10:58 | Ultimo aggiornamento: 7 Settembre 2011 11:13

Foto LaPresse

ROMA – Sarà un rientro a scuola con una batosta. Dai libri di testo ai quaderni, dalle penne alle matite colorate, l’aumento è del 9% e la stangata scolastica rischia di diventare la più consistente degli ultimi anni. Tutto cresce vorticosamente. Non solo il prezzo di copertina dei libri di testo, ma anche accessori come zainetti, diari, quadernoni e pennarelli (9% in più), tempere (più 52%) e matite colorate (più 23%), per un totale che per queste sole voci ammonta tra i 36 e i 93 euro. Ma quanto costa riempire lo zainetto? Escludendo i libri, variante a parte, la spesa media sarà di 57 euro, ma si può arrivare anche a 90.

Nel dettaglio le tempere, l’articolo che ha subito il maggio rincaro, il prezzo è praticamente raddoppiato. Un altro articolo da scuola elementare che ha subito un forte rincaro sono le matite colorate, aumentate del 23%. Diverso il discorso per quaderni, penne e evidenziatori. Un aumento più basso ma comunque incisivo dato che sono i più necessari. Quaderni su del 9%, penne a sfera del 10%, 4% gli evidenziatori.

Per i libri di testo, tutti nuovi, per un ragazzo di prima media, si spenderanno circa 300 euro e poi altri 150 quando sarà promosso in seconda. Per le superiori invece, da sborsare 500 euro in primo liceo e altri 200 ogni inizio d’anno successivo. Ma in questo esborso non sono inclusi i dizionari né tantomeno gli zainetti. Questi ultimi costano dai 30 ai 90 euro e, se ruotedotati, ancor di più.

E allora come fare per salvarsi dalla stangata scolastica? Naturalmente c’è l’usato, regola fondamentale, almeno per quanto riguarda i libri. Ma per il diario, lo zaino e tutto il resto? Un aiuto arriva dal mercato on line. Per risparmiare, ma anche perchè ritenuto più pratico, i genitori che comprano in Rete sono sempre di più. Rispetto al 2010, a luglio, si è registrata un’impennata del 45% degli acquisti e negli ultimi 4 anni è stato comprato un articolo scolastico ogni 3,8 minuti.