Scuola, studenti dovranno essere accompagnati da solo un genitore

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Agosto 2020 14:49 | Ultimo aggiornamento: 6 Agosto 2020 14:49
genitore a scuola solo uno

Scuola, studenti dovranno essere accompagnati da solo un genitore (foto Ansa)

Scuola, per ridurre l’accesso di “visitatori” a scuola, lo studente potrà essere accompagnato da un solo genitore.

Scuola, a stabilirlo il Protocollo per la riapertura.

Lo studente potrà essere accompagnato “da parte di un solo genitore o di persona maggiorenne delegata dai genitori o da chi esercita la responsabilità genitoriale,

nel rispetto delle regole generali di prevenzione dal contagio, incluso l’uso della mascherina durante tutta la permanenza all’interno della struttura”. 

Attività di sostegno psicologiche

Lo stesso protocollo, sulla base di un’apposita convenzione tra Ministero dell’Istruzione e Consiglio Nazionale Ordine Psicologi, stabilisce la promozione di attività di sostegno psicologico per fare fronte a situazioni di insicurezza,

stress, timore di contagio, difficoltà di concentrazione, situazione di isolamento vissuta”.  

Ingressi e uscite differenziate da scuola

Un’altra cosa prevista dal Protocollo è l’ingresso e l’uscita differenziata da scuola:

“Le istituzioni scolastiche comunicheranno a insegnanti, studenti, personale scolastico e a chiunque debba entrare nell’istituto le regole da rispettare per evitare assembramenti con un’opportuna segnaletica e con una campagna di informazione”.

Mascherine si o no? 

“Sarà obbligatorio per chiunque entri negli ambienti scolastici, adottare precauzioni igieniche e utilizzare le mascherine”.  

“Il Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza si esprimerà nell’ultima settimana di agosto sull’obbligo di utilizzo di mascherina da parte degli studenti con età superiore a 6 anni. Per chi ha meno di 6 anni è già previsto che non si debba utilizzarla”.

Roma, al Primo Levi temperatura misurata all’ingresso

Al liceo scientifico Primo Levi di Roma verrà misurata la temperatura all’ingresso a studenti e personale.

“Abbiamo acquistato una telecamera termica a parete, posizionata all’ingresso principale, che rileva la temperatura a distanza e indica su un monitor quando supera 37,5 – spiega all’Ansa il dirigente scolastico Stefano Sancandi – agli altri ingressi il personale misurerà la temperatura con i termoscanner manuali”.

“La telecamera è stata già installata e utilizzata per gli esami di maturità. Ho preso questa decisione per cercare di essere più scrupoloso, garantendo un servizio che possa rassicurare le famiglie e personale”.

Il liceo Primo Levi, istituto capofila della Rete di ambito territoriale RM6, accoglie circa 900 ragazzi (fonte: Ansa).