Scuola, il Tar boccia la soglia di 35/50 per le preselezioni del “concorsone”

Pubblicato il 28 Gennaio 2013 13:39 | Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2013 13:39

ROMA – Il Tar del Lazio ha accolto un ricorso dell’Anief contro la soglia di 35/50 alle preselezioni del “concorsone” per essere ammessi alle prove scritte. Lo comunica il sindacato Anief che sottolinea come con questa decisione, anche se in sede cautelare, sono stati ammessi agli scritti in calendario dall’11 al 21 febbraio prossimi i ricorrenti che erano stati esclusi pur avendo raggiunto la soglia della sufficienza (30/50) prevista dalla legge rispetto alla soglia indicata dal ministero dell’Istruzione di 35 punti (su 50 punti).

“Ancora una volta la giustizia ha sanato una evidente condizione di illegittimità che aveva escluso dalle selezioni candidati che ora possono dimostrare il loro merito”, ha commentato il presidente Anief, Marcello Pacifico.