Scuola, addio tempo pieno: alle Medie lo fa una classe su cinque

Pubblicato il 13 Gennaio 2011 15:02 | Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio 2011 15:05

Nonostante le rassicurazioni del ministro Gelmini il tempo pieno nelle scuole italiane cala inesorabilmente. Secondo una ricerca pubblicata da Repubblica nelle scuole secondarie di primo grado (le Medie) la percentuale delle classi che offrono questo servizio è passata dal 28,7% dell’anno scolastico 2006/2007 al 20,9% del 2010/2011. Una classe su cinque, in pratica.

Quelle poi che offrno 37-40 ore settimanali sono praticamnete dimezzate nello stesso arco di tempo. “Il ministro Gelmini non ha abolito ufficialmente il tempo prolungato – spiega Angela Nava, del Coordinamento genitori democratici, a Repubblica – ma con una serie di provvedimenti l’ha reso nei fatti sempre più faticoso. Dal 2008, non è possibile ampliare il numero totale delle classi a tempo prolungato – continua – e per attivarlo occorre formare un corso completo: prima, seconda e terza. La scuola, inoltre, deve essere in possesso di tutte le strutture adeguate: come la mensa. Quest’ultima condizione, con le pecche degli edifici scolastici italiani è quella più condizionante”.

Non solo, secondo Nava negli ultimi anni, laddove le scuole non riescono a coprire la richiesta di tempo pieno da parte delle famiglie, sono fiorite cooperative che organizzano le attività. A pagamento, naturalmente.