Maltempo, scuole chiuse a Genova. Strade in tilt, a rischio anche treni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Ottobre 2019 7:58 | Ultimo aggiornamento: 15 Ottobre 2019 10:37
Scuole chiuse a Genova per maltempo. A rischio anche i treni

Maltempo a Genova (foto ANSA)

GENOVA – La Protezione civile genovese ha inviato un sms massivo a dirigenti scolastici e genitori per avvertire che, date le forti piogge e le importanti cumulate che si stanno verificando a Genova, le scuole del Medio Ponente e del Ponente del capoluogo ligure oggi, 15 ottobre, devono rimanere chiuse.

La forte perturbazione proveniente dalla Francia è bloccata dalla mezzanotte nei municipi Ponente e Medio Ponente. Per questo, ha sottolineato Sergio Gambino consigliere delegato alla Protezione civile, “abbiamo deciso di chiudere le scuole. Stiamo monitorando la situazione minuto per minuto in modo da poter prendere le decisioni tempestive”. Monitorati i rii e i torrenti del Ponente: “Per adesso – ha concluso Gambino -, nonostante siano carichi, sono sotto controllo e vengono costantemente monitorati, soprattutto il Leira”. 

Pioggia rallenta treni, possibili cancellazioni 

La forte ondata di maltempo sta procurando problemi anche alla circolazione dei treni. Secondo quanto riferito da Trenitalia, sulla Linea Genova – Ventimiglia ci sono forti rallentamenti tra Genova Voltri e Cogoleto per guasti agli impianti di circolazione dovuti all’allagamento dei binari. La circolazione ferroviaria avviene su un binario solo anziché due con ritardi fino a un’ora e mezza e possibili cancellazioni. Attivato un servizio bus integrativo tra Genova e Savona.

Chiusa uscita A10 Genova Pegli

Temporali forti, allagamenti e qualche danno nel ponente genovese a causa del forte temporale che sta stazionando nella zona di Pegli – Arenzano. L’uscita di Genova Pegli è chiusa al traffico per allagamenti. Tra le 5 e le 6 del mattino di oggi, 15 ottobre, sono caduti oltre 90 millimetri di pioggia a Genova Pegli, 18.6 mm in meno di 45 minuti. 80 mm a Bolzaneto. Sia a Pegli che a Bolzaneto si registrano già allagamenti. Arpal segnala che i livelli dei torrenti sono in rapida crescita. 

Sottopassi allagati, intervengono i vigili del fuoco

Numerosi interventi dei vigili del fuoco nella notte a causa delle forti piogge, in particolare in Valpolcevera. A Multedo sono stati chiusi i sottopassi, dall’Aurelia a via Pacoret de Saint Bon. A San Quirico il traffico è stato deviato sul ponte Barbieri. Allagato anche corso Perrone. Numerosi gli interventi anche per mettere in salvo persone rimaste intrappolate nelle auto o per l’acqua che è entrata negli appartamenti.

Sono circa trenta gli interventi in dei vigili del fuoco di Genova stamani. Per lo più si tratta di allagamenti, alberi caduti, box e scantinati allagati. Le zone più critiche in cui si sono verificate anche piccole frane sono Genova Bolzaneto, Campomorone e da Genova Prà a Multedo. Nel centro cittadino la situazione è meno problematica.

Via Aurelia chiusa ad Arenzano

L’Anas segnala che la strada statale 1 “Via Aurelia” è chiusa al traffico, in entrambe le direzioni al km 547,500, ad Arenzano (Città Metropolitana di Genova). La chiusura è stata disposta ieri sera, come previsto dalla procedura per allerta meteo arancione. Sempre sulla strada statale 1 “Via Aurelia” è provvisoriamente chiuso anche il tratto dal km 548,600 al 549,000, nel territorio comunale di Arenzano, per allagamento. Inoltre, sulla strada statale 456 ‘del Turchino’ il traffico è provvisoriamente bloccato al km 101,000, nel comune di Mele, per la caduta di materiale dai versanti sul piano viabile. Il personale Anas e le Forze dell’Ordine sono intervenuti “per la gestione della viabilità e ripristinare la circolazione nel più breve tempo possibile”.

Genova, caduti 460 mm pioggia in 12 ore

“Il quadro rimane difficile ma le criticità sono per il momento contenute. La situazione peggiore si è verificata a Mele, nell’entroterra di Genova, dove sono caduti 463 mm di pioggia in 12 ore. I disagi sono diffusi ma per il momento la situazione è sotto controllo”. Lo ha detto l’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone dopo aver fatto il punto con il dipartimento nazionale. “Siamo in attesa della perturbazione vera e propria che arriva dalla Francia – ha detto -, quello che abbiamo registrato finora è stato solo il prefrontale della perturbazione. Vediamo l’evolversi nel pomeriggio, a quel puto discuteremo se prolungare o meno l’allerta”. L’allerta arancione, emanata ieri da Arpal, è iniziata alle 22 di ieri sera e, secondo le prime previsioni, dovrebbe terminare alle 15.

Fonte: ANSA – AGI