Scuole chiuse, quali e dove con il nuovo Dpcm: elenco province e regioni a rischio in base all’incidenza del contagio

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 3 Marzo 2021 8:01 | Ultimo aggiornamento: 3 Marzo 2021 8:41
Scuole chiuse con il nuovo Dpcm: elenco province e regioni a rischio in base all'incidenza del contagio

Scuole chiuse con il nuovo Dpcm: elenco province e regioni a rischio in base all’incidenza del contagio (Foto d’archivio Ansa)

Quali saranno le scuole chiuse con il nuovo Dpcm? Il decreto del governo Draghi ha cambiato i criteri per la chiusura degli istituti. Ora sono a rischio tutte le aree che hanno (almeno) un tasso di 250 contagi ogni 100mila abitanti.

Il sito YouTrend, specializzato in sondaggi e ricerche, ha stilato un elenco delle aree a rischio. Per farlo, si è basato sugli ultimi dati disponibili del monitoraggio dell’Iss, l’Istituto Superiore di Sanità.

Se invece i provvedimenti di chiusura dovessero essere su base regionali, è sempre possibile consultare i dati dell’ultima settimana.

Scuole chiuse con nuovo Dpcm: elenco delle province a rischio

Secondo i dati elaborati da YouTrends sarebbero queste, a oggi, le province che rischiano di dover chiudere le scuole. Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Chieti, Como, Forlì, Frosinone, Imperia, Macerata, Mantova, Modena, Monza e Brianza, Pescara, Pistoia, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Salerno, Siena, Trento, Udine, Verbano-Cusio-Ossola

Ci sono poi altre province che nel monitoraggio della settimana scorsa avevano registrato tra i 200 e i 250 casi ogni 100mila abitanti. Quindi, per queste province, basta un rapido peggioramento per ritrovarsi con le scuole chiuse. Arezzo, Ascoli Piceno, Caserta, Cremona, Cuneo, Ferrara, Gorizia, Lecco, Lucca, Massa-Carrara, Milano, Napoli, Parma, Pavia, Perugia, Prato, Taranto, Torino, Varese, Vercelli.

Scuole chiuse col nuovo Dpcm: le regioni a rischio

Stando agli ultimi dati del monitoraggio Iss, sono due Regioni a rischiare scuole chiuse subito. Anzi, due Province autonome, quelle di Bolzano e Trento. Ma anche Emilia-Romagna, Umbria, Abruzzo e Molise sono vicine alla soglia di 250.

Bisogna però ricordare che Emilia, Umbria, Abruzzo sono già in zona arancione. E hanno al loro interno delle zone già in zona rossa. Mentre il Molise è già in zona rossa.

Ecco l’elenco regione per regione:

  • Bolzano 539,01
  • Trento 309,12
  • Emilia-Romagna 243,72
  • Umbria 225,93
  • Abruzzo 221,34
  • Molise 214,96
  • Marche 177,10
  • Lombardia 171,29
  • Toscana 159,89
  • Campania 157,10
  • Friuli-Venezia Giulia 140,94
  • Liguria 130,57
  • Puglia 128,88
  • Piemonte 125,72
  • Basilicata 116,04
  • Veneto 112,07
  • Lazio 106,73
  • Sicilia 58,83
  • Calabria 56,33
  • Valle d’Aosta 46,39
  • Sardegna 29,47

Nuovo Dpcm Draghi: le regole per le scuole

Il nuovo Dpcm, il primo firmato da Mario Draghi, contiene una stretta a partire dalla chiusura delle scuole nelle aree rosse e arancioni. E anche in quelle gialle in cui sarà superata per una settimana la soglia dei 250 infetti ogni 100 mila abitanti.

Intanto si moltiplica la corsa dei territori alle zone “rafforzate”, che provocherà a cascata la chiusura degli istituti. Da Bologna (in Emilia Romagna sono aumentati del 70% i contagi a scuola) a Modena e Ancona, passando per Caserta, la valle del Po e diversi Comuni del Friuli.

Il Dpcm, sul quale le Regioni sono state consultate in anticipo, in discussione fino a tre giorni dalla scadenza del precedente il 5 marzo, sarà in vigore dal 6 marzo, sabato prossimo, fino al 6 aprile, il martedì dopo Pasqua. 

Nuovo Dpcm Draghi: testo integrale in PDF

Nuovo Dpcm Draghi 2 marzo: scarica il testo integrale in PDF.