Sea Watch. Contro la scarcerazione di Carola Rackete pronto il ricorso della Procura di Agrigento

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Luglio 2019 11:29 | Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2019 11:29
Sea Watch. Contro la scarcerazione di Carola Rackete pronto il ricorso della Procura di Agrigento

Sea Watch. Contro la scarcerazione di Carola Rackete pronto il ricorso della Procura di Agrigento

ROMA – La Procura di Agrigento ricorrerà in Cassazione contro il provvedimento di scarcerazione di Carola Rackete comandante della nave Sea Watch assunto dal gip. Secondo le informazioni raccolte in Procura il ricorso sarà depositato entro mercoledì prossimo 17 luglio. Oggetto del ricorso la scarcerazione della comandante che la notte tra il 28 e il 29 giugno aveva disubbidito all’intimazione di non condurre in porto i 40 migranti ospiti della Sea Watch e provocato lo speronamento di una motovedetta della Guardia di Finanza a Lampedusa.

Per questi motivi era stata arrestata e poi rilasciata: secondo il gip Alessandra Vella il decreto sicurezza non è applicabile alle navi che prestano soccorso ai migranti, mentre la motovedetta speronata in quelle circostanze non può essere definita nave da guerra.

Giovedì intanto Carola Rackete dovrà presentarsi per l’interrogatorio legato al primo fascicolo per cui resta indagata e cioè il reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. La capitana è rimasta ai domiciliari fino allo scorso 2 luglio, quando il gip ha deciso di non convalidare l’arresto, revocando anche la misura degli arresti domiciliari. (fonte Repubblica.it)