Sebastiano Chia morto a 19 anni. Canoa si ribalta nell’Adda

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Agosto 2015 15:28 | Ultimo aggiornamento: 13 Agosto 2015 15:28
Sebastiano Chia morto a 19 anni. Canoa si ribalta nell'Adda

Foto d’archvio

CREMONA – Risucchiato dall’acqua nonostante avesse il giubbotto salvagente. E’ morto così, nella mattinata di giovedì 13 agosto, uno scout di 19 anni, a causa di un incidente in canoa avvenuto sul fiume Adda. Sebastiano Chia, questo il nome del giovane, abitava in provincia di Bergamo.

Il ragazzo, con altri otto canoisti del Gruppo Scout di Bergamo, era partito da Cassano d’Adda (Bergamo) nei giorni scorsi e stava scendendo il fiume con l’intento di arrivare a Cremona come meta finale. La notte scorsa aveva alloggiato con i suoi compagni all’oratorio San Luigi di Pizzighettone e stamani tutti e nove sono partiti da Gera d’Adda, frazione di Pizzighettone, dalla sponda lodigiana del fiume. Poco dopo la partenza, il ragazzo è stato risucchiato dalla corrente, in quel punto molto forte.

La canoa si è incastrata in una chiusa e si è ribaltata. Nonostante indossasse il giubbotto salvagente il ragazzo è finito sott’acqua. Il capo scout si è tuffato nel tentativo di soccorrerlo ma la corrente del fiume ha avuto la meglio. Quando da Cremona sono giunti i vigili del fuoco, non hanno potuto fare altro che recuperare il corpo e l’imbarcazione.