Secessionisti veneti, Luigi Faccia scarcerato: “Sono prigioniero politico”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Maggio 2014 14:08 | Ultimo aggiornamento: 20 Maggio 2014 14:08
Secessionisti veneti, Luigi Faccia scarcerato: "Sono prigioniero politico"

Un fermo immagine tratto da un video dei Ros dei Carabinieri mostra il carro armato ricavato da un trattore (Ansa)

VENEZIA – Luigi Faccia, arrestato due mesi fa con altre 21 persone nel corso di un’indagine della Procura di Brescia sui cosiddetti “secessionisti veneti”, è stato scarcerato. Al momento dell’arresto Faccia, già protagonista dell’assalto dei Serenissimi a San Marco nel 1997, si era definito prigioniero di guerra.

Accusato di associazione con finalità di terrorismo ed eversione, Faccia si è mostrato combattivo e determinato, anche quando gli è stato chiesto di declinare le generalità, sulla propria nazionalità ha risposto senza dubbi: “Veneta”.

Dopo essersi avvalso della facoltà di non rispondere, Luigi Faccia, ha anche chiarito il proprio ruolo all’interno dell”Alleanza’ che stava preparando un tanko artigianale per tornare in piazza a Venezia: “Come responsabile del Veneto Fronte di Liberazione, servitore della Veneta Serenissima Repubblica – ha detto -, mi dichiaro prigioniero di guerra”. Poi più nulla fino alla scarcerazione.